Investigazioni Bancarie Economiche Trust Patrimonio Occultati Italia Estero

Investigazioni Bancarie Economiche Trust Patrimonio Occultati  Italia Estero - Investigazioni Bancarie

 

Siamo specializzati nelle indagini patrimoniali / economiche/  finanziarie, bancarie  in Italia ed Estero, compreso  paradisi fiscali e  offshore.  Since 1991.

 Agenzia Investigativa IDFOX SRL, esperienza internazionale ultra trentennale collegata  con 170 paesi al mondo con oltre 400 corrispondenti on line (agenzie investigative e/o  privati detective autorizzati dalle autorità dei  loro paese)

 Telef   026696454

Le  investigazioni commerciali  patrimoniali/finanziarie/economiche/ bancarie, sono utili per il recupero dei  crediti, solvibilità,_eredità contese e rintraccio di patrimoni occultati,  nonché al rintraccio degli eredi sino al sesto grado sia in Italia che all'Estero.   Siamo specializzati a smascherare Frodi,  truffatori, promotori, agenti e vari soggetti  che con raggiri mettono in atto truffe,  frodi , irregolarità contabili , corruzione , concussione, l’appropriazione indebita,   sottrazione beni aziendali e,  spariscono con il malloppo.    Le società sono sempre piu a rischio di  truffe ,  Frodi esterne ed interne,  irregolarità contabili, concussione e corruzion  appropriazione indebita  

 

 NOI LI  TROVIAMO !!!              FATTI NON PAROLE!!!

Individuare l’esistenza di un rapporto bancario fornisce al creditore un’informazione rilevante per poter così eventualmente procedere alle azioni finalizzate al pignoramento, capitalizzando l’azione di recupero crediti.   I dati forniti  vengono  reperiti consultando fonti e/o banche dati pubbliche ed attraverso attività investigativa sul territorio , e vengono trattati nel pieno rispetto del D.L.vo 30 Giugno 2003, n. 196. 

 

Chiamaci per richiedere una consulenza gratuita oppure un preventivo

IDFOX  Srl  International Detectives Fox  ®  Via Luigi  Razza 4 – 20124 – Milano

                             Tel:  02.2344223 (R.A.)   
                              Aut.Gov. n.9277/12B15E 
                       www.idfox.it mail: max@idfox.it 

Sede: Via Lugi Razza 4 20124 Milano -

angolo piazza della Repubblica

  Segreto bancario addio, in arrivo dati bancari da 60 Stati

 NUOVE NORME  PER IL RECUPERO CREDITO IN UE

5 settembre 2017:

 

Tramonta il segreto bancario. A partire dal 30 settembre il nostro Paese comunicherà alle autorità finanziarie di 85 Paesi i dati bancari ai fini fiscali della clientela non residente; ne riceverà anche dall'estero, ma, almeno per ora, solo da 60 Paesi. E' in questi giorni che sta entrando in azione l'accordo, noto come Common reporting standard e la Direttiva europea sulla cooperazione amministrativa che vincolano 101 Stati allo scambio automatico delle informazioni bancarie.

"Siamo di fronte a una svolta epocale spiega", ha detto al Corriere Fabrizia Lapecorella, direttore generale delle Finanze, "non cade di fatto solo il segreto bancario in molti Paesi, ma dal 2018 l'attività dei paradisi fiscali sarà fortemente ridimensionata. Ora si tratterà di sfruttare al meglio, nella lotta all'evasione, la massa di dati che sarà a disposizione dell'Agenzia delle Entrate. Lo scambio automatico non riguarda ancora tutti i Paesi che hanno sottoscritto gli accordi e l'individuazione dei beneficiari dei conti intestati a entità non trasparenti è ancora problematica".

Molti di questi sviluppi hanno tratto dallo scandalo dei Panama Papers dell'anno scorso, una nuova spinta propulsiva, rendendo la vita più difficile a chi cerca riparo nei paradisi fiscali. Per piccoli Paesi come San Marino, da qualche anno uscito dal club dei "cattivi", conformarsi a norme trasparenti ha portato, dal 2009, ha perdere il 60% dei depositi bancari. E' l'altra faccia della medaglia.

Per gli italiani che non hanno conti all'estero, sottolinea il dg dell'Abi, Giovanni Sabatini, le ultime novità non cambieranno nulla rispetto a prima: "Gli accordi internazionali, è necessario ripeterlo, riguardano solo gli scambi di informazioni per i conti detenuti da non residenti. Nonostante i passi avanti, rimane comunque una notevole differenza fra chi il segreto non lo ha mai avuto" come l'Italia, dice Sabatini, "e chi, con riluttanza, comincia a smantellarlo adesso".

Fonte Internet

 Dal 27/01/2017 - E' entrato in vigore il 18 gennaio 2017 il Regolamento CE n. 655/2014  che consente ai creditori di ottenere un sequestro conservativo al fine di pignorare i depositi in conto corrente tenuto in altro Stato membro.

 

Il nuovo strumento, noto anche con l'acronimo inglese EAPO, prevede che nel caso di mancati pagamenti una società possa rivolgersi alla magistratura del paese del debitore, la quale potrà emettere un ordine valido in tutto il territorio dell'Unione, restano esclusi Regno Unito e Danimarca.

 

La decisione giudiziaria deve giungere entro 10 giorni dalla richiesta, in modo che il denaro non possa essere spostato facilmente presso altra banca o paese, e costringerà le autorità nazionali del paese in cui il debitore ha la propria banca a congelare la somma al fine di poter garantire il pagamento,

 

Il recupero del denaro dovrebbe essere quindi più rapido, meno costoso e più efficiente. E' prevista infatti un unica procedura ed un intervento limitato dei legali.

 

Infine é importante sottolineare che le nuove regole prevedono che la società debitrice non venga informata dalla magistratura del fatto che il suo conto bancario è in procinto di essere bloccato, sempre per evitare che l'azienda trasferisca denaro all'estero o in un altro istituto di credito.

 

Sì al sequestro conservativo di conti correnti nell'ambito dell'Unione Europea

E' ancora diffusa la convinzione che - nel caso di controversie transfrontaliere o per sfuggire ai creditori - sia sufficiente trasferire i fondi su un conto all'estero.

Non  è così: nel caso di conti accesi nell'ambito dell'Unione Europea, è in vigore da un anno (dal 17.01.2017) il Regolamento UE n. 655/2014, che consente al creditore di "bloccare", in via cautelare, i fondi sui conti correnti in ambito UE in attesa della decisione sul merito.

Nuova Disposizione: Regolamento (UE) n. 655/2014 che istituisce una procedura per l’ordinanza europea di sequestro conservativo su conti bancari al fine di facilitare il recupero transfrontaliero dei crediti in materia civile e commerciale

Osservazioni.

Il regolamento istituisce una procedura dell’Unione che consente a un creditore di ottenere un’ordinanza europea di sequestro conservativo su conti bancari per le somme detenute - dal debitore o in suo nome - in un conto bancario tenuto in uno Stato membro.

L'ordinanza è valida fino a concorrenza dell’importo specificato ed è finalizzata a impedire che, con il trasferimento o il prelievo, il debitore comprometta la successiva esecuzione del creditore.

Si tratta di una misura cautelare che permette di "congelare" la situazione fino a che, nei casi transnazionali, vi sia una decisione sul merito.

Di seguito i primi articoli che definiscono oggetto, ambito di applicazione e definizione dei casi transnazionali, seguiti dal link al testo completo del regolamento.

Testo della nuova disposizione.

REGOLAMENTO (UE) N. 655/2014

Istituisce una procedura per l’ordinanza europea di sequestro conservativo su conti bancari al fine di facilitare il recupero transfrontaliero dei crediti in materia civile e commerciale

Vigente al: 09-03-2018

Articolo 1 - Oggetto

1. Il presente regolamento istituisce una procedura dell’Unione che consente a un creditore di ottenere un’ordinanza europea di sequestro conservativo su conti bancari («ordinanza di sequestro conservativo» o «ordinanza») che impedisca di compromettere la successiva esecuzione del credito vantato dal creditore con il trasferimento o il prelievo, fino a concorrenza dell’importo specificato nell’ordinanza, di somme detenute dal debitore o in suo nome in un conto bancario tenuto in uno Stato membro.

2. Dell’ordinanza di sequestro conservativo può avvalersi il creditore in alternativa ai provvedimenti di sequestro conservativo previsti dal diritto nazionale.

Articolo 2 - Ambito di applicazione

1. Il presente regolamento si applica ai crediti pecuniari in materia civile e commerciale nei casi transnazionali quali definiti all’articolo 3, indipendentemente dalla natura dell’autorità giudiziaria interessata. Esso non concerne, in particolare, la materia fiscale, doganale o amministrativa, né la responsabilità dello Stato per atti ed omissioni nell’esercizio di pubblici poteri («acta iure imperii»).

2. Sono esclusi dall’ambito di applicazione del presente regolamento:

a) i diritti patrimoniali derivanti da un regime patrimoniale fra coniugi o da rapporti che secondo la legge applicabile a questi ultimi hanno effetti comparabili al matrimonio;

b) i testamenti e le successioni, comprese le obbligazioni alimentari mortis causa;

c) i crediti nei confronti di un debitore in relazione al quale siano state avviate procedure di fallimento, concordati o procedure affini;

d) la sicurezza sociale;

e) l’arbitrato.

3. Il presente regolamento non si applica ai conti bancari che sono esenti da sequestro ai sensi del diritto dello Stato membro in cui è tenuto il conto, né ai conti tenuti in connessione al funzionamento di eventuali sistemi di cui all’articolo 2, lettera a), della direttiva 98/26/CE del Parlamento europeo e del Consiglio (9).

4. Il presente regolamento non si applica ai conti bancari detenuti da o presso banche centrali che agiscono in veste di autorità monetarie.

Articolo 3 - Casi transnazionali

1. Ai fini del presente regolamento, un caso è transnazionale se il conto bancario o i conti bancari su cui si intende effettuare il sequestro mediante l’ordinanza di sequestro conservativo sono tenuti in uno Stato membro che non sia:

a) lo Stato membro dell’autorità giudiziaria presso cui è stata presentata la domanda di ordinanza di sequestro conservativo conformemente all’articolo 6; o

b) lo Stato membro in cui il creditore è domiciliato.

2. La data di riferimento per stabilire se un caso sia transnazionale è la data di deposito della domanda di ordinanza di sequestro conservativo presso l’autorità giudiziaria competente ad emettere l’ordinanza di sequestro conservativo.

Fine fonte internet

Chiamaci per richiedere una consulenza gratuita oppure un preventivo

Organizzazione Internazionale con oltre 400 corrispondenti on line nel mondo 

  Investigazioni finanziare e bancarie

 Le indagini per il  rintraccio di un istituto bancario / postale  vengono svolte nel pieno rispetto delle leggi e della normativa sulla privacy e,  consentono  di effettuare pignoramenti presso terzi .  L’Agenzia IDFOX SRL è specializzata nelle indagini patrimoniali e bancarie e sono utili per chi deve recuperare il proprio credito in via giudiziale o stragiudiziale.

 NEWS da oggi 5 luglio 2017

Addio ai libretti al portatore. Da oggi - con l'entrata in vigore del decreto legislativo 90/2017 - è ammessa esclusivamente l'emissione di libretti di deposito nominativi mentre è vietata l'apertura di conti e libretti di risparmio in forma anonima. Banche e uffici postali, in pratica, potranno proporre ai risparmiatori solo libretti su cui ci sarà l'obbligo di identificazione del titolare. 

  FINALMENTE E' FINITO IL  SEGRETO BANCARIO

 

Addio Lugano bella, la festa è finita. Il caveau dove Gianstefano Frigerio nascondeva oltreconfine le mazzette dell'Expo, i presunti magheggi elvetici di Giancarlo Galan con i soldi del Mose e le "ragazze" - alias i conti cifrati sul Ceresio -  sono gli ultimi colpi di coda di un mondo che non ci sarà più. Europa e America hanno alzato il tiro sui 2mila miliardi di euro parcheggiati dagli stranieri nelle banche rossocrociate.  BANCHE SVIZZERE

 E Berna ha alzato bandiera bianca: il segreto bancario - l'ombrello sotto cui oligarchi, emiri, dittatori, trafficanti d'armi ed evasori di tutti i continenti hanno nascosto i loro sudati risparmi - è saltato  nel 2017. Il conto alla rovescia, mille giorni passano velocemente, è iniziato. E il cerino, in attesa del D-Day, è rimasto in mano alle migliaia di nostri compatrioti che nell'ultimo mezzo secolo hanno accumulato una fortuna, si dice fino a 150 miliardi, nelle casseforti della Confederazione.

  "L'era del "nero" italiano nascosto in Svizzera è finita", certifica tranchant l'exprocuratore capo di Lugano Paolo Bernasconi. Tra tre anni gli 007 del fisco del Belpaese potranno chiedere e ottenere senza troppe difficoltà gli estratti conto "made in Italy" dalle banche elvetiche. E i protagonisti della grande fuga (di capitali) - terrorizzati all'idea della glasnost rossocrociata - non sanno bene che pesci pigliare.

 La prima mossa è stata correre sul luogo del delitto per capire come muoversi. "Qui da noi è scattata da mesi l'operazione fuggifuggi dei soldi tricolori", testimonia il magistrato di Pizza Connection. Piovono le richieste di appuntamenti a legali e consulenti ("nel nostro studio è un pellegrinaggio"). Alla fine però tutti si devono arrendere alla realtà: riportare i soldi in Italia - o provare a trasferirli nei pochi paradisi fiscali sfuggito ai Cerberi dell'Ocse - rischia oggi di essere più complicato delle peripezie passate a suo tempo per trasferirli in Canton Ticino.

Fonte Internet 

 

 La legge sulla privacy affronta il tema della effettiva necessità del consenso del debitore per la comunicazione di dati patrimoniali al creditore.  Il garante nel provvedimento richiede il consenso ma tutto ciò rende molto difficile la vita al creditore e può incentivare il debitore a non pagare. C’è però una strada per ritenere superato l’obbligo del consenso: l’art. 23 del codice della privacy esonera dall’obbligo del consenso nel caso in cui il trattamento sia necessario per adempiere ad un obbligo previsto dalla legge o dal contratto.  L’artt. 23 del codice della privacy esonera dall’obbligo del consenso nel caso in cui il trattamento sia necessario per adempiere ad un obbligo previsto dalla legge o dal contratto.  Il debitore è obbligato a pagare in virtù del contratto e, in base all’art. 2740 del codice civile, è obbligato a rispondere dell’adempimento delle obbligazioni con tutti i suoi beni presenti e futuri.

 

Premesso quanto sopra, c’è un obbligo contrattuale  e giuridico e quindi risultati delle indagini bancarie e finanziarie possono essere forniti senza consenso, poiché sono richieste  per la tutela giudiziaria di diritti e per azioni pre e post contenzioso.

 

L’agenzia IDFOX SRL, è specializzata  nelle investigazioni private ed aziendali, indagini finanziarie, indagini bancarie, visure catastali, visure ipotecarie, visura aci/pra, rintraccio persone, ricerca atti e certificati, visura cointeressenze in attività commerciali e rintraccio eredi.

 

Ricerca fondo patrimoniale,  fondo immobiliare   Trust”, e/o fondo fiduciario                                        

                        Chiamaci per richiedere una consulenza gratuita oppure un preventivo

 

 IDFOX  Srl  International Detectives Fox  ®  Via Luigi  Razza 4 – 20124 – Milano

Tel: +39 02344223 (R.A.)    
 Aut.Gov. n.9277/12B15E  

  www.idfox.it mail: max@idfox.it 

 

Private Detective Italy

“Since 1991 The Mission Statement”

The goal at IDFOX Agency is to meet your needs providing you with, “your key to the truth” at the same time ensuring that the evidence developed will be credible within the strict rules governing evidence and privacy laws.
IDFOX Agency provides investigation services in general investigations, civil litigation, criminal defence, fraud/theft investigations, background and locate investigations, family law and estate/inheritance matters, genealogical research, court record searches, real estate/property investigations etc. We are located in Milan – Italy and service . Some of our services are entirely unique to our agency such as genealogical research with our agency being registered with the Milan -Italy. We also operate online with more than 400 investigation agencies all over the world.
Call us for a consultation and this will allow us to examine and provide advice on the best course of action for a successful investigation. If we continue with the assignment we will provide you with the security of knowing that your identity and the investigation will be kept strictly confidential.
The investigators at IDFOX Agency have spent many years solving and assisting clients with a diversity of problems and concerns dealing with personal matters, family and corporate business concerns:

 

Di seguito riportiamo i paesi (paradisi fiscali e off shore)  con cui operiamo:

Scegliere chi è legalmente autorizzato è una garanzia. 

DI SEGUITO ALCUNI PAESI CON CUI OPERIAMO: 

Europa: 

Francia, Spagna, Germania, Svizzera, Principato di Monaco, Belgio, Olanda, Danimarca, Svezia, Norvegia, Austria, Gran Bretagna, Lussemburgo, Italia, Croazia, Moldavia, Ungheria, Romania, Turchia, Israele, Slovacchia, Ucraina, Bielorussia, Albania, Slovenia, Serbia, Polonia, Lituania, Estonia, Russia ed ex Repubblica URSS - Londra, Madrid, Amsterdam, Berlino, Ginevra, Zurigo, Bucarest, Praga, Varsavia, Mosca, Zagabria, Budapest Istanbul, Tel Aviv, 

America nord / centro / sud 

Stati Uniti d’America, Messico, Cuba, Cile, Costa Rica, Repubblica Domenicana, Giamaica, Guatemala, Honduras, Nicaragua, Panama, Venezuela, Colombia, Peru, Brasile, Bolivia, Argentina. 

Asia e Sud Est Asiatico 

India, Repubblica di Singapore, Tailandia, Cambogia, Cina, Giappone, Repubblica di Corea, Vietnam, Filippine. 

Nelle Città:
Los Angeles, New York, Città del Messico, L’Avana, Santiago, San José, Santo Domingo, Kingston, Città del Guatemala, Tegucigalpa, Managua, Panama, Caracas, Bogotá, Lima, Rio De Janeiro, San Paolo, Bahia, Sucre, Buenos Aires. Bombay, Singapore, Bangkok, Phnom Penh, Hong Kong, Tokyo, Seul, Saigon, Hanoi, Manila. 

  PARADISI FISCALI

 BAHAMAS, BARBUDA E BRUNEI -  GIBUTI, GRENADA, GUATEMALA, ISOLE COOK, ISOLE MARSHALL ISOLE VERGINI STATUNITENSI, KIRIBATI - LIBANO E LIBERIA  -  NAURU, NEVIS, NUOVA CALEDONI, MACAO E MALDIVE  - OMAN - POLINESIA FRANCESE  - TONGA E TUVALU, SALOMONE, SAMOA, SAINT LUCIA, SAINT VINCENT E GRENADINE, SANT’ELENA, SARK, SAINT KITTS,VANUATU,PANAMA BARBADOS, BELIZE E BERMUDA - CILE  - DOMINCA – INDIA,ALDERNEY, ANDORRA, ANGUILLA, EX ANTILLE OLANDESI E ARUBA,CAYMAN E COSTA RICA – NIUE - EMIRATI  ARABI UNITI, FILIPPINE, GINILTERRA E GUERNSEY, HERM E HONG KONG,ISOLA DI MAN, ISOLE CAYMAN, ISOLE TURKS E CAICOS, ISOLE VERGINI BRITANNICHE,JERSEY, LIECHTENSTEIN E LUSSEMBURGO, MALESIA, MAURITIUS E MONTSERRAT, PRINCIPATO DI MONACO, SAN MARINO, SINGAPORE E SVIZZERA, SEYCHELLES, URUGUAY,TRINIDAD ,TOBAGO, CITTA DEL VATICANO, MONTECARLO, PANAMA  e Isole  CAYMAN 

 

Nonostante alcuni paesi fanno parte della  “BLACK LIST”,   ci sono tanti italiani che continuano ad intrattenere rapporti con istituti di credito e fiduciarie.

Black List Elenco

BAHAMAS, BARBUDA e BRUNEI;

GIBUTI, GRENADA e GUATEMALA;

ISOLE COOK, ISOLE MARSHALL e ISOLE VERGINI STATUNITENSI;

KIRIBATI;

LIBANO e LIBERIA;

MACAO e MALDIVE;

NAURU, NEVIS e NUOVA CALEDONIA;

OMAN;

POLINESIA FRANCESE;

SALOMONE, SAMOA, SAINT LUCIA, SAINT VINCENT e GRENADINE, SANT’ELENA, SARK, SAINT KITTS;

TONGA e TAVALU;

VANUATU.

 

GARANZIA DI PROFESSIONALITA’ RISERVATEZZA E RISULTATI GARANTITI! USO LEGALE!!! 

Chiamaci per richiedere una consulenza gratuita oppure un preventivo 

                          IDFOX  Srl  International Detectives Fox  ® 

                         sede/uffici: Via Luigi  Razza 4 – 20124 – Milano

                                         Tel: +39 02344223 (R.A.)  
                                            Aut.Gov. n.9277/12B15E 
                                   www.idfox.it mail: max@idfox.it 

                

 

PRIVACY

PRIVACY

Norme sulla privacy - Informativa per il trattamento dei dati personali rivolta a Clienti

(Codice in materia di protezione dei dati personali – art. 13 D.L.gs 196/2003)

Informativa ex art. D.lgs 196/2003

Gentile Utente,
in ottemperanza agli obblighi previsti dal D.lg. n. 196 del 30 Giugno 2003 ("Codice in materia di protezione dei dati personali") con la presente intendiamo informarLa che IdFox Srl  INVESTIGAZIONI (info@idfox.it) in qualità di Titolare del Trattamento sottoporrà a trattamento i dati personali che La riguardano, che potranno essere da noi raccolti, da Lei conferiti e/o da altri soggetti comunicati, nel corso della navigazione e dell’utilizzo del ns. sito web aziendale www.idfox.it.

Il trattamento dei dati da Lei liberamente conferiti o in altro modo raccolti nel corso della navigazione sarà effettuato nel rispetto delle norme privacy in vigore; in particolare il trattamento sarà improntato ai principi di correttezza, liceità e trasparenza; i dati saranno pertinenti, completi e non eccedenti; i dati saranno raccolti e registrati per le sole finalità di erogare eventuali servizi scelti e conservati per un periodo strettamente necessario a tali scopi.

Pertanto secondo quanto previsto dall'articolo 13) del D.lg. 196/03, La informiamo che:
Nel corso della navigazione e dell’utilizzo del ns. sito web aziendale potranno essere raccolti e trattati dati per esclusive finalità di erogare il servizio offerto.
Qualora Lei decidesse di registrarsi al ns. sito web per usufruire dei relativi servizi, Le verranno richiesti i dati personali obbligatori per completare il processo di registrazione.

Tali dati saranno trattati per le seguenti finalità:

  • Per la regolare erogazione dei servizi richiesti e per esigenze relative alla stipula di contratti, alla relativa esecuzione, alle successive modifiche o variazioni e per qualsiasi obbligazione prevista per l’adempimento degli stessi.>
  • Per esigenze di tipo operativo, organizzativo, gestionale, fiscale, relative al rapporto contrattuale e/o precontrattuale instaurato
  • Per adempiere a qualunque tipo di obbligo previsto da leggi, regolamenti o normativa comunitaria.

Il trattamento dei dati personali di cui ai punti precedenti sarà effettuato con le seguenti modalità:

  • Il trattamento potrà consistere nella raccolta, registrazione, organizzazione, conservazione, consultazione, elaborazione, modificazione, selezione, estrazione, raffronto, utilizzo, interconnessione, blocco, cancellazione e distruzione dei dati e sarà effettuato sia con l’utilizzo di supporti cartacei che con l’ausilio di strumenti elettronici, informatici e telematici idonei a garantire la sicurezza e la riservatezza dei dati stessi in conformità a quanto stabilito dall’art. 31) del D.lg. 196/03 in materia di “idonee misure di sicurezza” e dall’art. 33) del D.lg. 196/03 in materia di “misure minime di sicurezza”
  • Nello svolgimento delle operazioni di trattamento saranno, comunque, sempre adottate tutte le misure tecniche, informatiche, organizzative, logistiche e procedurali di sicurezza, come previste dall’Allegato B del D.lg. 196/03, in modo che sia garantito il livello minimo di protezione dei dati previsto dalla legge.
  1. L'interessato ha diritto di ottenere la conferma dell'esistenza o meno di dati personali che lo riguardano, anche se non ancora registrati, e la loro comunicazione in forma intelligibile.
  2. L'interessato ha diritto di ottenere l'indicazione:
  3. dell'origine dei dati personali;
  4. delle finalità e modalità del trattamento;
  5. della logica applicata in caso di trattamento effettuato con l'ausilio di strumenti elettronici;
  6. degli estremi identificativi del titolare, dei responsabili e del rappresentante designato ai sensi dell'articolo 5, comma 2;
  7. dei soggetti o delle categorie di soggetti ai quali i dati personali possono essere comunicati o che possono venirne a conoscenza in qualità di rappresentante designato nel territorio dello Stato, di responsabili o incaricati.
  8. L'interessato ha diritto di ottenere:
  9. l'aggiornamento, la rettificazione ovvero, quando vi ha interesse, l'integrazione dei dati;
  10. la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati trattati in violazione di legge, compresi quelli di cui non è necessaria la conservazione in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati raccolti o successivamente trattati;
  11. L'interessato ha diritto di opporsi, in tutto o in parte:
  12. per motivi legittimi al trattamento dei dati personali che lo riguardano, ancorché pertinenti allo scopo della raccolta;
  13. al trattamento di dati personali che lo riguardano a fini di invio di materiale pubblicitario o di vendita diretta o per il compimento di ricerche di mercato o di comunicazione commerciale.

Cookies Policy

La nostra azienda informa che utilizza cookies tecnici e cookies di terze parti quando gli utenti navigano attraverso le pagine del nostro sito web. La presente policy fornisce informazioni su cosa sono i cookies, su quali utilizziamo e su come disattivare i cookies dal browser utilizzato per la navigazione.

Che cosa sono i cookies?

I "cookies" sono piccoli file di testo che un server può salvare sul disco rigido di un computer e che possono memorizzare alcune informazioni sull'utente. I cookies consentono al sito web di registrare l'attività dell’utente e di memorizzare le sue preferenze. I cookies aiutano ad analizzare l’interazione tra l'utente e il sito web e consentono una navigazione più fluida e personalizzata.

Quali tipi di cookies esistono?

In base alla sua durata un cookie può essere classificato come "di sessione" o "permanente".
I cookies "di sessione" sono temporanei e scompaiono dal computer quando l'utente lascia il sito visitato o chiudere il browser. Solitamente vengono memorizzati nella memoria cache del computer.
I cookies "permanenti" rimangono nel computer dell'utente anche dopo la chiusura browser e fino alla loro scadenza o fino a quando l'utente li elimina. La data di scadenza è determinata dal sito che li avvia. Sono spesso utilizzati per tracciare le abitudini dell’utente, in modo che quando l'utente rivisita il sito, questo legge le informazioni memorizzate e si adatta alle sue preferenze.

Che cookies utilizziamo?

Cookies tecnici generati e utilizzati per il suo sito web e altri cookies esterni generati nelle pagine web da terze parti.
I cookies utilizzati in questo sito non identificano personalmente l’utente, che resta anonimo. La nostra azienda può altresì registrare temporaneamente l’indirizzo IP (Internet Protocol) come identificativo del computer che accede alle proprie pagine web, per diagnosticare eventuali problemi con il server e per amministrare il Suo sito web.

La visita al nostro sito può generare i seguenti tipi di cookies:

Cookies interni

Cookies "di sessione": utilizziamo questi cookies per migliorare l'esperienza di navigazione dell'utente e l'interazione con il sito.

Cookies di terze parti

Cookies statistici per analisi del traffico

Il nostro sito utilizza i cookies di Google Analytics.
Google Analytics. Finalità: analizzare i profili utente. Per ulteriori informazioni visitare questo link.

Google Analytics

Questo sito utilizza Google Analytics, un servizio di Web analytics fornito da Google, Inc.
Google Analytics fa uso dei cosiddetti "cookies", file di testo che vengono memorizzati sul computer degli utenti e che permettono l’analisi dell’utilizzo della piattaforma da parte dell’utente. Per maggiori informazioni tecniche, visitare questo link.
Le informazioni generate dai cookie sull’attività dell'utente su questo sito vengono normalmente trasferite e immagazzinate su un server di Google negli Stati Uniti. L’anonimizzazione dell’indirizzo IP è attiva su questo sito e prevede l’abbreviazione da parte di Google degli indirizzo IP all’interno degli stati membri dell’Unione Europea e dei membri dell’Accordo sullo Spazio economico europeo. Soltanto in circostanze eccezionali l’indirizzo IP completo verrà trasferito al server di Google negli Stati Uniti e successivamente abbreviato. Per nostro conto, Google elaborerà queste informazioni per monitorare l’utilizzo del sito, generare report sulle attività compiute sul sito e fornire ulteriori servizi connessi all’utilizzo di internet e del sito. L’indirizzo IP del browser dell’utente rilevato da Google Analytics non verrà combinato a nessun altro dato in possesso di Google. Il nostro sito utilizza Google Analytics anche per l’analisi e la creazione di profili di interesse per scopi di Remarketing (Rete Display di Google). A questo scopo Google utilizza dei Cookie (Cookie di terze parti). E’ possibile disattivare l’utilizzo dei cookie selezionando, sul tuo browser, le impostazioni che consentono di rifiutarli, tuttavia, in questo caso, è possibile che alcune funzioni del sito non siano più disponibili. Inoltre, puoi impedire la raccolta e l’elaborazione dei dati generati dai cookie sull’utilizzo di questo sito (incluso il tuo indirizzo IP) scaricando e installando il seguente plug-in sul tuo browser.

Google Maps

Il sito può utilizzare anche la visualizzazione di mappe tramite il servizio offerto da Google Maps. Utilizzando le Google Maps API con la versione successiva alla 3.0, non vengono utilizzati cookie per identificare le informazioni private degli utenti, al massimo viene generato un cookie chiamato PREF contenente le preferenze utilizzate nella navigazione della mappa (zoom, lingua, regione, etc..).
Per maggior informazioni relativi alle norme sulla privacy e i termini di servizio di Google Maps rimandiamo al link della privacy policy del fornitore: https://www.google.it/intl/it/policies/privacy/.

Disabilitare i cookies

È possibile configurare il browser utilizzato per la navigazione per eliminare o per impedire l'installazione di cookies. L'utente può controllare quali cookies sono istallati, qual è la loro durata ed eliminarli. I passaggi per eseguire queste operazioni differiscono da browser a browser. Qui di seguito le guide per i browser più diffusi:
- Chrome
- Internet Explorer
- Mozilla Firefox
- Opera
- Safari

La disattivazione di alcuni cookies potrebbe ostacolare l’accesso al nostro sito e il buon funzionamento delle pagine.

 

Investigazioni Bancarie

SEDE: VIA LUIGI RAZZA 4 - 20124 MILANO - 300 MT STAZIONE CENTRALE - 50 MT MM GIALLA USCITA REPUBBLICA/PISANI P.IVA 09741640966 Telef.02-344223 (r.a.) www.idfox.it - mail: max@idfox.it

Investigazioni Bancarie

www.idfox.it

Investigazioni Bancarie

Informazioni riservate